Città d'arte :: Assisi


Perugia :: Gubbio :: Spoleto :: Todi :: Orvieto :: Montefalco & Bevagna :: Il lago Trasimeno


In questa piccola città, adagiata sui contrafforti del monte Subasio, tutte le cose sembrano parlare di San Francesco.
La pace che qui regna sovrana, unita ai mistici ricordi del Santo e ai suoi tesori artistici, fa di Assisi uno dei più suggestivi centri turistici d'Italia e la meta di devoti pellegrinaggi da ogni parte del mondo.

Assisi ebbe una vita prospera al tempo dei Romani, poi, nel Medioevo, fu Comune ghibellino agitato da fiere lotte interne, sempre in guerra con Perugia. Proprio all’epoca comunale risale la vicenda umana del patrono d’Italia Francesco d’Assisi, un uomo di origini illustri che rifiutò gli agi e la ricchezze paterne per sposare Sorella Povertà e per servire il suo Signore. Francesco creò un nuovo ordine, autorizzato dal Papa, che diffuse nel mondo il messaggio di pace e fratellanza tra gli uomini; due anni dopo la sua morte, avvenuta nel 1226, venne proclamato Santo. Dopo la scomparsa di Francesco, la città di Assisi decise di innalzare in suo nome una grandiosa basilica al cui ornamento concorsero i più celebri artisti dell'epoca.

La Basilica di San Francesco è visibile da lontano, sorretta com’è da ciclopiche arcate che strapiombano sulla valle; è costituita da due chiese sovrapposte aventi in comune un'altissima abside. La Chiesa inferiore racchiude nella cripta la tomba del Santo, un luogo dall’innegabile suggestione. L'interno ci mostra stupendi affreschi di pittori quali Giotto, Cimabue, Pietro Lorenzetti, Simone Martini. La Chiesa superiore, luminosa e slanciata, oltre ad alcuni affreschi di Cimabue, ospita il famoso ciclo di affreschi di Giotto raffiguranti la vita del Poverello di Assisi.

Assisi è una città fortificata: il nucleo più antico è protetto da un apparato difensivo costituito da otto porte di accesso e da una lunga cinta muraria, ancora in ottimo stato di conservazione, che fa capo a due castelli: la Rocca Maggiore, ricostruita dal Cardinale Albornotz nel 1367 e la Rocca Minore. Altre bellezze da non perdere sono il Palazzo dei Priori, in cui è raccolta una Pinacoteca con dipinti della Scuola Umbra, il Tempio di Minerva, eretto ai tempi dell'Impero Romano e in seguito trasformato in chiesa, la splendida chiesa tardo-romanica di S. Damiano, dove Francesco compose il Cantico delle creature, S. Chiara, con gli imponenti contrafforti e, all’interno, il Cristo ligneo che parlò a Francesco. Degna di nota è anche la solenne cattedrale di San Rufino, dedicata al vescovo-martire evangelizzatore di Assisi, che fu costruita nel sec. XII secolo sopra i resti di un antico edificio religioso.

La basilica Superiore

Panorama di Assisi

La basilica di San Francesco

La basilica di San Francesco

Veduta notturna

Veduta notturna

Gli affreschi di Giotto

Gli affreschi di Giotto

 

Torna a inizio pagina | Home

Copyright©2013 Via dei Colli Immobiliare

Langue française Sito in francese