Informazioni generali sulle Marche

Le Marche sono una regione dell'Italia centrale confinante a nord con l'Emilia-Romagna e la Repubblica di San Marino, a nord-ovest con la Toscana, a ovest con l'Umbria, a sud-ovest con il Lazio e a sud con l'Abruzzo, interamente lambite ad est dal Mar Adriatico.

A livello amministrativo, il territorio regionale è suddiviso in 5 province: Pesaro-Urbino, il capoluogo regionale Ancona, Macerata, la recentemente costituita Fermo e Ascoli Piceno, la provincia più meridionale.

La popolazione residente è di 1.560.000 abitanti circa; la città più popolosa è Ancona (104.000 abitanti), seguita da Pesaro (95.000) e da Fano (65.000). I 10 centri più grandi delle Marche raccolgono complessivamente meno del 30% della popolazione complessiva, a testimonianza dell'attrattività che esercitano sui marchigiani i centri medio piccoli e la campagna.

L'economia marchigiana è trainata dalla piccola-media industria ad alta specializzazione distribuita in distretti omogenei. I centri balneari e artistici, attirano turisti dall'Italia e dall'Europa. È importante anche la pesca.

Le Marche sono una delle regioni più collinari d'Italia: le colline costituiscono il 69% del territorio, mentre il 31% è montuoso. Le pianure sono sostanzialmente limitate alla fascia costiera e alle zone vicine alla foce dei fiumi.
L'Appennino umbro-marchigiano che attraversa le Marche comprende,a nord, il Monte Catria (1701 metri) e il Monte Nerone (1526 metri), al centro il Monte San Vicino (1500 metri) presso Cingoli, e a sud-ovest i Monti Sibillini, dominati dal Monte Vettore (2448 metri).

Il litorale, 173 km in totale, ha un andamento abbastanza rettilineo, con lunghe spiagge sabbiose o ghiaiose, interrotte dal Monte San Bartolo, nei pressi di Pesaro, e dal promontorio del Conero, a sud di Ancona, che dà origine ad alte e spettacolari falesie calcaree e che rappresenta il punto più alto della costa. Un'altra breve zona di costa alta è nei pressi di Grottammare, nella riviera delle Palme.
Il 98,2% della costa è balneabile, con un ottimo numero di Bandiere Blu, 16 in totale.

I fiumi marchigiani nascono quasi tutti nella catena appenninica a confine con l'Umbria e formano pittoresche gole come quella del Furlo, di Frasassi, della Rossa, di Pioraco e di Arquata. Il fiume più lungo è il Metauro.

Nella zona litoranea a nord di Ancona il clima è subcontinentale, con estati calde e inverni piuttosto freddi (a Pesaro la temperatura media di gennaio è di 3,8 °C). A sud di Ancona la subcontinentalità si attenua per assumere caratteri più spiccatamente mediterranei nella Riviera delle Palme (a Grottammare la temperatura media di gennaio è di 7,6 °C). Nelle zone montuose vi sono estati fresche e inverni rigidi con ampia possibilità di neve; l'inverno risulta altresì abbastanza rigido nelle zone collinari interne dove si possono verificare basse temperature.




 

Torna a inizio pagina | Home

Copyright©2013 Via dei Colli Immobiliare

Langue française Sito in francese